Quando la divulgazione è una vocazione

Quando la divulgazione è una vocazione

Era l’anno 2008 e l’epoca dei Forum. Io ero iscritto al Napoli Bonsai Club già da un anno ed il mio entusiasmo era secondo soltanto alla voglia di imparare. Proposi all’allora direttivo NBC se potesse essere una buona idea quella di aprire un forum di discussione con un approccio diverso dagli altri, aprendoci alle associazioni nazionali ed a tutte quelle personalità di spicco del panorama bonsaistico e suisekistico che erano davvero in grado di fare la differenza.

Ricevetti l’ok ed il forum nacque ospitando al suo interno, tra l’altro, l’AIAS. Nel rivolgere lo sguardo al passato (grazie ai file inviatimi da Luciana Queirolo) mi rendo conto di quanti contenuti furono lì condivisi e quanta didattica venne fatta. Non credo di esagerare se dico che tutti quelli che oggi si son fatti “un nome” appresero in quelle pagine tante tantissime nozioni.

Merito di Luciana e dell’AIAS fu quello di credere in quel progetto adattandosi ai tempi che cambiavano così velocemente. Il contatto coi soci, che fino a quel momento veniva gestito col notiziario e col congresso, si evolse in una piattaforma dove poter parlare, discutere e confrontarsi quotidianamente sul suiseki a 360°.

In questo post dell’agosto del 2008 potete vedere una tipica discussione di quelle che venivano fatte. Luciana, Armando Dal Col, Antonio Ricchiari, Amedeo Ducoli ed Antonio Marino qui discutevano di pietre e di raccolte, “tirandosi dietro” anche Felix Rivera, Angelo Attinà e Giuseppe De Vita.

L’AIAS si è da sempre occupata della divulgazione dell’arte del suiseki, utilizzando di volta in volta gli strumenti comunicativi che erano più adatti al momento storico, ed è per questa ragione che questo nuovo direttivo ha deciso – già nella prima riunione in quel di Pisa – di utilizzare le potenzialità offerte dalle piattaforme online e di fare un altro passo in avanti verso la condivisione del sapere con la semplicità che da sempre ci contraddistingue.

Da aprile questo ennesimo passo sarà una realtà, e la mia speranza, che in realtà è una certezza, è che questi strumenti online saranno fondamentali per la crescita dell’associazione tutta.

Carlo Scafuri © RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli simili

A.I.A.S., venticinque anni di storia 1 commento

A.I.A.S., venticinque anni di storia

Tree root scholar’s stone 2 commenti

Tree root scholar’s stone

Quando il riconoscimento è d’obbligo. Giovanni Genotti 1 commento

Quando il riconoscimento è d’obbligo. Giovanni Genotti

Le pietre del fiume Serio 0 commenti

Le pietre del fiume Serio

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.