Carlo Laghi racconta “Gonzaga 2022”

Carlo Laghi racconta “Gonzaga 2022”

Mondo Bonsai: qual é il modo migliore di condividere e trasmettere ciò che si osserva, ciò che si prova e le emozioni istantanee provate al momento?

I social sono veloci ma peccano di personalità, sentimenti e giudizi: solo chi era presente e ha vissuto in prima persona il momento e può trasmettere non solo con foto ma con commenti e giudizi. Io cercherò di fare la mia parte trascrivendo qui ciò che ho provato e vissuto: in primo luogo scrivendo la cronaca dell’evento, poi facendo vedere con foto la disposizione della mostra, le novità e sopratutto le pietre in mostra con tanto di nome del proprietario….

Carlo Laghi © RIPRODUZIONE RISERVATA

Maurizio Bertacco
Maurizio Bertacco
Roberto Rampazzo
Roberto Rampazzo
Erio Castagnetti
Erio Castagnetti
Fiume Chiese - Cesare Fumagalli
Fiume Chiese – Cesare Fumagalli
Marco De Cecco
Marco De Cecco
Claudio Pauletti
Claudio Pauletti
Fiume Piave - Cesare Fumagalli
Fiume Piave – Cesare Fumagalli
Roberto Rampazzo
Roberto Rampazzo
Fiume Serio - Pietro Prudentino
Fiume Serio – Pietro Prudentino
Fiume Trebbia - Cesare Fumagalli
Fiume Trebbia – Cesare Fumagalli
Mario Zocco Ramazzo
Mario Zocco Ramazzo

Carlo Laghi © RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli simili

Arcobonsai 2022 | Esposizione AIAS 0 commenti

Arcobonsai 2022 | Esposizione AIAS

XXIII Congresso Nazionale IBS 1 commento

XXIII Congresso Nazionale IBS

XI mostra Arte Bonsai e Suiseki-Catanzaro 3 commenti

XI mostra Arte Bonsai e Suiseki-Catanzaro

35° ARCOBONSAI | 24 – 26 settembre 2021 0 commenti

35° ARCOBONSAI | 24 – 26 settembre 2021

5 Comments

  1. Per me Gonzaga è sempre stata “da non perdere”.
    Perché ritrovo tanti amici
    Per i bonsai ogni anno più belli
    Per i suiseki sempre di primissima qualità
    Per un mercatino ogni anno più ricco
    Per le persone fantastiche che si trovano.
    Per lo spirito costruttivo che si respira
    (Perché no) Per il lambrusco che si beve
    Per come si mangia
    …e poi quest’anno avevo proprio bisogno di una dose di fiducia che solo Gonzaga mi poteva dare.
    Ho grande ammirazione per Laura ed il suo fantastico gruppo, che riescono sempre ad essere perfetti.
    …..e sò che “non finisce quì”
    Grazie d’esistere…
    Sergio Bassi

  2. Grazie allo scrupoloso ed attento socio Carlo Laghi ho potuto rivivere appieno i tre giorni di MondoBonsai di quest’anno. Se al momento del commiato un poco di stanchezza si era mescolata all’intensa esperienza appena vissuta, ripercorrere i passi di allora grazie alle parole ed alle foto di Carlo, ci fa aspettare con impazienza l’appuntamento del prossimo anno. Grazie agli organizzatori e grazie ai soci AIAS presenti.

  3. È stato bello come sempre esserci, soprattutto dopo tre anni di assenza per motivi personali e per virus.
    Soprattutto istruttivo, perché in presenza si può assaporare tutta l’atmosfera di amicizia, di amore per questa arte e la disponibilità degli organizzatori e di chi dedica il proprio tempo e cerca di fare conoscere a tutti le proprie conoscenze.

  4. Forse sono di parte, però mi preme ribadire che ascoltare dal vivo una conferenza su un argomento che ti interessa, non ha prezzo.
    Come avrete letto il sabato prima della sosta pranzo, ho seguito con piacere una conferenza su poesie Haiku: fino alla fine con interesse.
    Della mia conferenza su come “Costruire Daiza dalla A alla Z” con qualche approfondimento intrigante, non posso dire altro che con un pò di volontà e di condivisione, tutto è possibile.
    Mi è stato riferito che qualcuno nelle retrovie, prendeva appunti: questo è stato il mio premio desiderato.
    Forse in futuro bisognerà coinvolgere maggiormente i presenti, ma questa è un’altra storia che non mancheremo di documentare.

  5. Finalmente a Gonzaga.
    Sono veramente contento di aver partecipato all’evento presso la Fiera Millenaria di Gonzaga, ho seguito con piacere la conferenza sui Mame e Shoin e con curiosità ed interesse quella sui daiza di Carlo Laghi. A parte le belle pietra presentate dai Soci ho trovato particolarmente interessante l’esporre pietre trovate nei fiumi e torrenti che propongono ai visitatori il messaggio che non occorre andare all’estero per trovare belle pietre, ma, spesso è sufficiente fare una passeggiata lungo i nostri fiumi e torrenti.
    Ringrazio i Soci e gli organizzatori di questo bellissimo evento,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.