Multiplo “Small Stones World Apart” 2021 VSANA

Multiplo “Small Stones World Apart” 2021 VSANA

L’idea di partecipare ad un Contest Internazionale, organizzato dalla Viewning Stones Association of North America per la categoria delle “Small Stones” e di essere accettato nella pubblicazione del libro, era un sogno che si realizzava, ma mai avrei pensato di ottenere nella sezione del multiplo contemporaneo l’Excellent Award *****        

A mio parere, il lavoro del VSANA ed in particolare di Tom Elias, ha proiettato le pietre da contemplare in una dimensione internazionale, portandole oltre i loro confini e creando la consapevolezza che quest’arte può essere sviluppata con un proprio linguaggio in ogni angolo del pianeta.

Come ogni progetto che si rispetti, occorreva mettere in relazione una serie di pietre e dare un messaggio univoco, attraverso un titolo che le rappresentasse. 

Decisi per il seguente: “Meditation , Scared and Empty“ – “Meditazione, Timore e Vuoto”.

La parola “sacralità” è stata sostituita all’ultimo istante da quella di “timore”, per paura di espormi a questa tipologia espositiva con molta umiltà.

Successivamente, passai a concretizzare l’idea di come dovessi presentarla. In un dibattito tra amici, tirai fuori la prospettiva di esporre le tre pietre in relazione ad un “Torii”; il tradizionale portale d’accesso ad un’area sacra, un punto di transito tra il mondo terreno e quello divino della Natura. Ero molto perplesso delle tempistiche, fin quando un amico a me caro (Cosimo F.), mi chiese di darmi le misure e che ci avrebbe pensato lui a realizzarlo.

Disegnai diversi progetti basandomi sulla “regola dei terzi applicata” (dai studi condotti sul libro di Felix Rivera), stavolta non partendo da uno spazio definito per sviluppare un toko-kazari, ma partendo dalla dimensione delle pietre, per iniziare ad uniformare un tavolino ed uno spazio espositivo in tana-kazari. In questo caso, lo spazio ed il vuoto essendo indefinito avrebbe potuto creare dei problemi all’esposizione, facendo perdere interesse a queste piccole pietre o al contrario esaltandone qualcuna a scapito delle altre.

Le pietre coinvolte nel progetto furono:

  • Una pietra con cerchio “Ensò” (misure 5×2.5x 2 cm), per simboleggiare che l’insieme corpo e spirito sia in equilibrio. Lo stesso è rappresentato chiuso per confinare i due mondi e separarli, ricordandone lo sforzo meditativo che per passare dal mondo materiale a quello contemplativo, svuotando la mente (vuoto contemplativo). Posizionato sul portale ricorda questi due mondi divisi, Uomo – Natura / Corpo – Spirito.
  • Una Pietra pagoda (misure 8x8x5.5 cm) per dare alla sacralità della Natura ed al corpo dell’uomo, una dimora povera, austera ed essenziale per ritemprarne prima il corpo e poi lo spirito.
  • Una pietra figura che rappresenta un monaco zen (misure 5.5×4.5×2.5cm). 

Inizialmente era stata scelta una figura seduta in atto meditativo, poi all’ultimo istante scelsi la figura del monaco alzato. Questo cambiamento per dare dinamicità e movimento alla composizione, altrimenti statica. Un dinamismo che ricorda la “Via” verso la meditazione come un continuo divenire.

Questo è quanto inviato al VSANA e che è stato premiato e pubblicato. Un grazie a tutti coloro che hanno collaborato a tale realizzazione. Un grazie di cuore per la bellissima esperienza.

Aldo Marchese © RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli simili

A.I.A.S., venticinque anni di storia 1 commento

A.I.A.S., venticinque anni di storia

Tree root scholar’s stone 2 commenti

Tree root scholar’s stone

Quando il riconoscimento è d’obbligo. Giovanni Genotti 1 commento

Quando il riconoscimento è d’obbligo. Giovanni Genotti

Le pietre del fiume Serio 0 commenti

Le pietre del fiume Serio

1 Comment

  1. Bravo pour ton article, tes bonnes réflexions et tés belles réalisations.
    Congratulazioni per il tuo articolo, i tuoi buoni pensieri e le tue belle realizzazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.