Ricordando i Trofei AIAS – Foto album AIAS 2020

Ricordando i Trofei AIAS – Foto album AIAS 2020

Per noi dell’AIAS (e non solo per noi), il 2020 è stato un anno strano: la pandemia e tutte le conseguenti restrizioni, ci è caduta tra capo e collo. La vita sociale dell’AIAS è fatta di episodi, di date, dove tutti i soci non aspettano altro che ritrovarsi e stare assieme.

L’Evento “Mondo Bonsai” a Gonzaga, prima data annuale e momento di condivisione per i soci AIAS, fu necessariamente annullata dal Club Bonsai Gonzaga, organizzatore dell’evento. Con tutti noi chiusi in casa, il Consiglio AIAS ha deciso di coinvolgere i soci, con articoli pubblicati sul sito AIAS, di cosa rappresenta il raduno di Gonzaga e di cosa si parla quando si è riuniti a Gonzaga. Articoli che parlano di pietre, della costruzione di daiza, di storie vissute: insomma di cose che ci piace leggere e ascoltare come “Se fossimo a Gonzaga”.

Il condividere questi articoli sul sito, ha permesso all’AIAS di essere comunque presente, vicina a tutti i soci. Altra data annullata con sofferta decisione, a fine giugno, per decisione del Consiglio, è stato il Congresso AIAS 2020 ospiti del Club Arte del Bonsai di Pisa. Faccio presente che in quel periodo tutte le date fissate per mostre e raduni, per fine estate e per l’autunno, sono saltate una dopo l’altra.

Qualcosa si doveva fare, dovevamo far vedere che eravamo comunque ancora tutti “vivi”. Utilizzando le tecnologie digitali, si è deciso di fare “un raduno virtuale”, di seguito il testo inviato per email a tutti i soci:

Cari soci AIAS,
abbiamo il piacere di scrivervi per informarvi dell’iniziativa che – siamo certi – sarà accolta positivamente da tutti. Come saprete dal precedente comunicato, quest’anno il Congresso AIAS è stato annullato a causa di tutte le restrizioni contingenti alla pandemia di Coronavirus ancora in atto, che a livello mondiale, è ogni giorno più preoccupante.
Un pensiero ed un ringraziamento particolare va all’associazione “L’arte del bonsai” di Pisa ed al suo Presidente Leonardo Zinna, che con tanta buona volontà e disponibilità ci sono stati accanto in una decisione tanto dibattuta quanto sofferta. Ma se è vero che per ogni porta chiusa si apre un portone, abbiamo concepito una seconda attività che saprà tenere vivo lo spirito e le finalità del Congresso stesso. Vi presentiamo “AIAS – Foto Album 2020”, pubblicazione che vedrà la luce entro e non oltre la fine del 2020.
Tutti i soci ed i club AIAS (regolarmente iscritti), sono chiamati a partecipare alla stesura di questo fotolibro inviando le fotografie di un proprio suiseki, fronte – retro (solo suiseki con daiza o doban/suiban, senza esposizione. È fatta eccezione per i suiseki dei multipli, i quali verranno pubblicati tutti insieme nel loro espositore), che verrà successivamente visionata da Martin Pauli (giudice designato per il Congresso AIAS 2020) e che ne darà una sua lettura e dei consigli sul come valorizzarla al meglio.
Non è un Concorso (dalle sole fotografie sarebbe impensabile emanare un giudizio oggettivo e corretto) ma un modo efficace per ritrovarci virtualmente tutti insieme, partecipando ad un momento altamente didattico basato sulla condivisione comune di valutazioni e consigli. Il termine ultimo per l’invio delle foto è fissato al giorno 30 settembre 2020. Certi della vostra partecipazione, vi salutiamo affettuosamente e vi rimandiamo alla lettura del modulo di partecipazione.

Comunicato AIAS # 4 (del 31/07/2020)


50 soci hanno aderito e inviato le fotografie e le informazioni richieste. Anche le caratteristiche di questo volume è stata una novità: stampato in orizzontale, con la fotografia e il nome poetico sulla facciata a destra; mentre sulla facciata sinistra, il commento di Martin Pauli (il giudice designato per il Congresso AIAS 2020), il tutto stampato con una carta migliore.

Copertina del Foto Album AIAS 2020

A Martin, erano state inviate le sole fotografie della pietra con il nome del proprietario (vista la mancanza di premi), senza alcun altra informazione che potesse condizionare il suo commento. Il dovere di commentare una pietra dalle sole fotografie del fronte, del retro e dall’alto, non è facile. Altra cosa, da tenere in considerazione, è il fatto che ogni partecipante doveva provvedere da se: decidere l’inquadratura, scegliere quale dispositivo usare e quali parametri adottare, scattare le foto e inviarle alla Segreteria.

Questo volume è stato poi spedito a tutti i soci in regola con l’iscrizione AIAS per l’anno 2020. I commenti sono stati positivi e al prossimo Congresso, in assemblea, dopo aver valutato il risultato e i costi, decidere quale formato tenere per i prossimi anni.

A me piacerebbe un misto: questo nuovo formato (con carta migliore) con l’inserimento di quegli articoli di contorno tipici dei cataloghi precedenti che fanno risalire ai luoghi, al giudice, alle conferenze. Vedremo cosa si potrà fare e senza renderlo un “mattone”. Anche l’anno 2021 è cominciato male: la data Gonzaga 2021 è saltata. Il Consiglio AIAS, già agli inizi di marzo, ha deciso di continuare con articoli pubblicati sul sito come nel 2020: fare partecipi i soci e condividere con loro cos’è l’AIAS.

Abbiamo iniziato con “Se fossimo a Gonzaga 2021” e continuato con articoli su tutti i Congressi AIAS dalla fondazione ad ora. Una premessa, 22 Trofei AIAS (dal 1998 al 2019) e questa riflessione sul 2020: un progetto aperto che vale la pena di aggiornare anno dopo anno per noi, per quelli che verranno ma soprattutto per coloro che hanno scritto queste pagine e vissuto l’AIAS in prima persona e che non sono più tra noi.

Ad oggi (9 giugno 2021) la situazione pandemica ha preso una buona piega, i contagi sono diminuiti drasticamente, il piano vaccinale prosegue a gonfie vele, un ottimismo generale che cresce giorno dopo giorno ci fa ben sperare per il futuro dell’AIAS e di tutti gli italiani.

Alla prossima, Carlo Laghi

articolo a cura di Carlo Laghi ® RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli simili

Trofeo AIAS 2019 – Paco Donato 0 commenti

Trofeo AIAS 2019 – Paco Donato

Trofeo AIAS 2018 – Attilio Valdifiori 0 commenti

Trofeo AIAS 2018 – Attilio Valdifiori

Trofeo AIAS 2017 – Claudio Villa 1 commento

Trofeo AIAS 2017 – Claudio Villa

Trofeo AIAS 2016 – Ettore Gardini 0 commenti

Trofeo AIAS 2016 – Ettore Gardini

1 Comment

  1. Buongiorno trovo l’idea e la realizzazione del Catalogo una prova di forza dell’Associazione unica in Europa. È stata capace a reagire in un modo avvincente e coinvolgente. Anche il catalogo su stile giapponese “orizzontale” riflette non solo una certa visione della pietra, ma impreziosisce la rassegna stessa. Grazie AIAS e grazie a tutti coloro che hanno partecipato fattivamente.

    Aldo Marchese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.