Natura d’Inverno | ed. 2019

Natura d’Inverno | ed. 2019

Il 6, 7 ed 8 dicembre si è tenuta la seconda edizione della biennale Mostra Nazionale di bonsai e suiseki “Natura d’inverno a Firenze”, organizzata e realizzata dall’Associazione Toscana Amatori di Bonsai e Suiseki (A.T.A.B.S.) in collaborazione con il Comune di Firenze, nella greenhouse più grande e più bella del paese, lo splendido Tepidarium Roster del Giardino dell’Orticoltura che oltre ad aver ospitato la prima edizione, lo scorso anno ha ospitato anche il XXI Congresso AIAS. Perché una mostra di bonsai e suiseki in questa stagione così apparentemente triste?
Viene seguita la tradizione orientale, ormai fatta anche nostra, per la quale la natura è sempre verità e bellezza.
Inoltre perché questo è proprio il periodo in cui si possono apprezzare al meglio i frutti colorati e gioiosi, i minimi dettagli delle strutture delle caducifoglie, con le loro delicate trine nelle ramificazioni fini, frutto delle decennali cure dell’invisibile mano dell’uomo, però anche lo splendore del verde delle conifere, apparentemente immobili ma ben vive e vitali nell’attesa della primavera. Infine, la scelta di questo periodo ha consentito agli organizzatori di coprire uno spazio temporale in cui non erano in programma altre mostre nazionali, tanto è vero che la sua prima edizione ha avuto buon successo di pubblico e grande consenso da parte degli appassionati ed amatori del settore che infatti sono tornati anche a questa edizione.


Dopo attenta selezione, sono stati scelti 46 bonsai e 20 suiseki (di cui 7 fuori concorso), esposti con estrema attenzione, cura e raffinatezza, negli ampi spazi messi a disposizione dall’Organizzazione. Finalmente i risultati delle votazioni non hanno destato la benché minima polemica in quanto a votare sono stati gli stessi espositori, ognuno nella propria categoria. Il primo premio come miglior bonsai è stato assegnato alla Quercus pubescens di Francesco Pieralli, il secondo è stato vinto dallo Juniperus varietà itoigawa di Fabio Mantovani ed il terzo è andato al Mirtus communis di Andrea Percansino. Una menzione di merito l’ha ricevuta l’Ulmus minor di Antonio Cerasuolo, mentre la Picea abies di Andrea Terinazzi ha ricevuto la targa U.B.I. assegnata e consegnata dal presidente Fabio Mantovani. La targa I.B.S. è stata assegnata da Francesco Santini ad un Cupressus sempervirens di Mauro Cappagli.
Per i suiseki si è classificata prima la pietra di Ettore Gardini, per il secondo posto abbiamo avuto un ex aequo, si sono divisi la posizione la pietra oggetto intitolata “Di ritorno dalla guerra” di Valter Giumelli e la pietra di Enzo Ferrari intitolata “Sinuosi scogli”. Terza classificata la pietra senza titolo di Nicola Crivelli. La pietra paesaggio, intitolata appunto “Paesaggio” di Walter Dal Pra, ha ricevuto il premio A.I.A.S. assegnato e consegnato da Daniela Schifano. La pietra di Ettore Gardini ha ricevuto anche il premio I.B.S., assegnato da Francesco Santini e consegnato da Lorenzo Agnoletti. Ringraziamo:
L’Assessore del Comune di Firenze Cecilia Del Re per aver creduto nel progetto e per averci sostenuto fino in fondo nonostante tutte le difficoltà emerse.
Il Segretario A.I.A.S. Daniela Schifano per il commento finale dei suiseki e non solo.
Andrea Terinazzi per il commento finale all’esposizioni, inoltre per aver prodotto personalmente e con altissima maestria tutti i medaglioni a ricordo della manifestazione.
Lorenzo Agnoletti sponsor della manifestazione, espositore a nome della Nippon Bonsai Sakka Kyookai Europe della quale è l’attuale Presidente.
Nara Franchi e Valerio Giannini, per il sostegno tangibile alla manifestazione.
Roland Schatzer che si è prodigato molto e oltre ad aver esposto bellissimi shohin ed aver proposto il suo libro a tema, ci ha onorato con due lezioni davvero interessanti ed illuminanti su questa dimensione di bonsai.
Tutti i bonsaisti e suisekisti per aver esposto i migliori pezzi delle loro collezioni.
Tutti i Soci che hanno lavorato nell’ombra prima, durante e dopo senza risparmiarsi.
– Tutto il Consiglio Direttivo ATABS, coordinato dalla Presidenza di Simona Hirsch che ci ha messo “anima e core”.

Ognuno dei sopra citati ha contribuito per quello che ha potuto affinché si realizzasse questa manifestazione di cui sono convinto Firenze meritava. Ci rivedremo ancora E CHE NESSUNO MANCHI (è contemporaneamente una minaccia ed un augurio), alla già prevista terza edizione che si svolgerà nel gennaio 2022. Amicizia e simpatia non mancheranno certamente.




















Sergio Bassi © RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli simili

Arcobonsai 2022 | Esposizione AIAS 0 commenti

Arcobonsai 2022 | Esposizione AIAS

XXIII Congresso Nazionale IBS 1 commento

XXIII Congresso Nazionale IBS

Carlo Laghi racconta “Gonzaga 2022” 5 commenti

Carlo Laghi racconta “Gonzaga 2022”

XI mostra Arte Bonsai e Suiseki-Catanzaro 3 commenti

XI mostra Arte Bonsai e Suiseki-Catanzaro

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.