Orizzonte bonsai 2019

Orizzonte bonsai 2019

SUISEKI EXHIBITION AND CONTEST AT “ORIZZONTE BONSAI”
Pisa (Italy) | 13-14 April, 2019

di Jesus Quintas

Ogni volta che sono invitato a svolgere il ruolo di giudice per un concorso, provo una duplice sensazione: quella di un ammiratore delle pietre e quella di un esaminatore secondo un insieme piuttosto stabilito di principi e criteri.
L’ammiratore del suiseki è guidato da una percezione quasi immediata della suggestione nascosta (yugen) e dalla bellezza unica e sobria (shibui) della pietra stessa, ma il giudice valuta l’intera composizione che incarna la pietra come oggetto principale. Naturalmente, così spesso entrambe le “personalità” concordano sull’apprezzamento di una pietra, ma non è sempre così e, in quelle situazioni, entrambi si sentono non soddisfatti.
Ad ogni modo, entrambe le parti hanno convenuto che questa mostra si trovava meravigliosamente all’interno del Centro di attività “Stazione Leopolda”, dato che i grandi magazzini ferroviari precedenti hanno permesso di apprezzare appieno le mostre di bonsai e suiseki e l’area commerciale. Hanno inoltre convenuto che la mostra conferma la tendenza delle mostre suiseki italiane a conformarsi al tipo toko-kazari; nel presente caso, ad ogni mostra è stato concesso uno spazio di circa 100 (W) x 100 (H) x 50 (D) cm per contenere la composizione, incorniciata con pannelli marroncini di luce posteriore e laterale. È stata una vera sorpresa rendersi conto che anche così uno spazio adattato è stato saggiamente usato dagli espositori per presentare anche composizioni di “tre oggetti” che forniscono un senso di vuoto.
Come risultato della sua valutazione, questo giudice ha assegnato i premi come segue:
I premio | composizione multipla, di Leonardo Ostuni
II premio | “Come Aquila”, di Pietro Prudentino
III premio | pietra a forma umana, di Fabrizio Buccini
IV premio | (per pattern e pietre astratte) “Coniglio”, di Cinzia Batignani
Merit Award | “Owakaduni”, di Igor Carino
Entrambe le parti, esaminatore e ammiratore sono d’accordo nel ringraziare Leonardo Zinna e il suo devoto gruppo per tutta l’attenzione e l’aiuto ricevuto e sperare di avere nuove opportunità per incontrare amici suiseki italiani e godersi le loro belle pietre e la loro superba cucina.Altri premi sono stati assegnati come segue:
– dal Club L’Arte del Bonsai di Pisa, organizzatore dell’evento, a una composizione multipla innovativa di Carlo Maria Galli
– da La Didattica Suiseki Applicata e il Laboratorio Insoglio del Solegno, a “Il sentiero e la felicità”, di Francesco Romé
– dall’Associazione Italiana Amatori Suiseki (AIAS), ad una singolare toyama, di Cesare Fumagalli

Luciana Queirolo informa che il processo di valutazione che ha portato il Giudice ad attuare le relative selezioni, verrà illustrato nel prossimo Notiziario AIAS Primavera – Estate 2019.

3 ° Premio Pietra a forma umana di Fabrizio Buccini
Premio del Club L’Arte del Bonsai di Pisa
Composizione multipla di Carlo Maria Galli

Jesùs Quintas © RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli simili

Arcobonsai 2022 | Esposizione AIAS 0 commenti

Arcobonsai 2022 | Esposizione AIAS

XXIII Congresso Nazionale IBS 1 commento

XXIII Congresso Nazionale IBS

Carlo Laghi racconta “Gonzaga 2022” 5 commenti

Carlo Laghi racconta “Gonzaga 2022”

XI mostra Arte Bonsai e Suiseki-Catanzaro 3 commenti

XI mostra Arte Bonsai e Suiseki-Catanzaro

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.