Emilio Capozza

Emilio Capozza

Il mio approccio al mondo del suiseki inizia quasi contemporaneamente a quello del bonsai, come neofita nell’oramai lontano 1999, quando un collega mi fece vedere, per la prima volta, una composizione di bonsai su roccia. In quella occasione iniziai ad incuriosirmi a questo strano mondo ove vidi per la prima volta una pietra d’ammirare. Lo stupore mi avvolse e, mentre iniziai a studiare con svariati istruttori l’arte del bonsai avevo sempre questo piccolo ma profondo pensiero per l’amore a prima vista per queste magnifiche opere della natura. Questa situazione si protrasse fino a circa 5 anni fa quando, una volta diventato istruttore di bonsai potevo dedicare maggiore attenzione per approfondire la conoscenza dei suiseki.

Frequentando mostre ebbi la fortuna di conoscere diverse persone speciali tra cui una in particolare capace di rendermi ancora più affascinate la visione del suiseki, Luciana Queirolo, lei oltre ad altri mi hanno aperto le porte a questo meraviglioso mondo fatto di sentimenti, sensazioni ed immaginazione.

La mia partecipazione al direttivo UBI mi ha portato a conoscere meglio il mondo del suiseki e molti dei suoi più fervidi cultori, Andrea Schenone, Marino Nikpal, Di Venere Vito, Felice Colombari, Gian Luigi Enny e molti altri che con le loro parole e spiegazioni piano piano mi hanno fatto comprendere un po’ di questo meraviglioso mondo a cui sono sempre più legato.

In questi anni ho avuto la possibilità e l’onore di incontrare, vedere e conoscere attraverso le loro opere altri importanti pilastri del suiseki Italiano ed internazionale che hanno apportato e consolidato alcuni aspetti della mia formazione.

In qualità di membro del consiglio direttivo dell’UBI negli anni dal 2008 al 2011, in questo triennio ho ricoperto diversi incarichi tra cui responsabile del progetto scuole riconosciute, rapporti esterni con altre associazioni, pioniere nella promozione dell’interazione tra bonsai e social network, ho collaborato all’organizzazione di numerosi congressi di livello nazionale dove sempre erano presenti moltissimi esemplari di Suiseki a cui dedicavo una avida attenzione per comprenderne sempre più intimamente il valore emotivo ed emozionale.

Sono stato anche redattore e responsabile per l’editoria del notiziario UBI dal 2008 al 2012, incarico molto gratificante e stimolante che mi ha dato la possibilità di conoscere leggere articoli specifici prodotti da esperti italiani ed internazionali.

A coronamento del percorso ho rivestito la carica di Presidente dell’associazione denominata UBI dall’aprile 2011 al settembre 2012 ove ho ulteriormente stretto rapporti con molti esponenti del mondo del suiseki.

Il mio interesse per il mondo del bonsai ha sempre fatto si che, uno spazio importante, fosse rivestito anche dal suiseki, ed ora, sebbene consapevole di avere ancora molte lacune da colmare, cerco di fare sempre tutto al meglio delle mie possibilità per approfondire la mia conoscenza.

Questo racconto, che non vuole essere solo un curriculum, sta a dimostrare che, se si ha il giusto interesse e le appropriate motivazioni, incontrando la o le persone giuste, può raggiungere qualsiasi meta, qualsiasi obbiettivo purché si venga seguiti da persone preparate e capaci di trasmettere elementi approfonditi di didattica ed educazione.

La perseveranza, la dedizione ed i giusti insegnamenti sono il segreto di tutto.

Ora la mia partecipazione al consiglio direttivo dell’AIAS è un nuovo capitolo della mia formazione professionale culturale nell’immenso mondo delle arti fini giapponesi.

Spero di poter dare, anche se modesto, un piccolo apporto alla crescita della cultura e diffusione del suiseki in Italia.


Socio AIAS dal: 2016
Carica: Consigliere – Responsabile rapporti con altre Associazioni
e-mail: emilio.capozza@alice.it


Articoli simili

Aldo Marchese 0 commenti

Aldo Marchese

Laura Monni 0 commenti

Laura Monni

Luciana Queirolo 0 commenti

Luciana Queirolo

Carlo Scafuri 0 commenti

Carlo Scafuri

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.